Prenota

Il ristorante

Nell’area che un tempo ospitava le serre è stato realizzato il ristorante vero e proprio, con un’ampia sala caratterizzata da un’immensa vetrata con vista giardino e sui colli circostanti, al punto che quasi non sembra di essere in pieno centro storico.

Ma per chi desidera un ambiente più riservato ci sono anche le salette interne, ricavate nel piano terra della villa, ideali per una cena di lavoro o per una ricorrenza familiare, ma anche per le coppie di innamorati, che possono richiedere anche una saletta esclusiva con… un solo tavolo.

A dirigere il locale è un giovane ristoratore, Daniele Cosaro, 36 anni, che dopo diversi anni trascorsi a Londra presso prestigiosi ristoranti, per aprire la propria attività ha scelto di tornare a casa.

E non è un modo di dire, perchè Villa Pozzani è proprio la dimora della famiglia materna, mentre l’originale progetto di ristrutturazione è frutto della creatività del padre Giuseppe Cosaro, architetto.

E Daniele non è tornato a casa da solo: ad accompagnarlo la moglie Justina, conosciuta proprio nella capitale inglese e che oggi lo affianca nella gestione del locale, e la loro figlia Sofia Alma.

Si spiega così il menù, attentamente messo a punto ma in continua evoluzione «perchè seguiamo la stagionalità dei prodotti e dipende da ciò che troviamo, che deve essere di qualità».

Proprio la grande attenzione alla qualità è il filo conduttore tra proposte volutamente diversificate: dai piatti della tradizione locale, come gli gnocchi e i risotti, a rivisitazioni originali come i bigoli al ragù d’oca invece della consueta anatra o i guanciali di maiale brasati con purea di patate.

Non mancano nemmeno alcune selezionate proposte della cucina internazionale, come la ceviche, una dadolata di tonno tagliato a pezzi e servito di fatto ancora crudo, ma stemperato in un sugo di lime.

E poi naturalmente ci sono le carni, uno dei punti di forza del locale, con una selezione di filetti e costate provenienti dai migliori allevamenti di Irlanda, Spagna e perfino Australia.

Perfetta per tutte le esigenze la carta dei vini, con un’attenzione particolare ai prodotti del territorio e al rapporto qualità-prezzo, ma anche con bottiglie di grande prestigio, come i Sassicaia e alcune selezionate etichette francesi per le grandi occasioni.